domenica, Maggio 19, 2024
No menu items!
HomeComunicazioniOPI CASERTA: Approvato Bilancio Consuntivo 2020 e Previsionale 2021

OPI CASERTA: Approvato Bilancio Consuntivo 2020 e Previsionale 2021

Nella mattinata odierna si è svolta presso il Resort Marina di Castello l’assemblea annuale degli iscritti OPI Caserta.
La manifestazione si è aperta con i saluti del Presidente Gennaro Mona che ha ringraziato i presenti per essere intervenuti ed ha sottolineato l’importanza della figura infermieristica in questo anno pandemico difficile, descrivendo quali saranno le attività che coinvolgeranno gli infermieri nei prossimi mesi.
Abbiamo scelto una location non al chiuso affinché venissero garantite tutte le norme anticovid19 e permettesse tutti gli iscritti di intervenire in presenza.
Durante questo anno, io insieme a tutto il consiglio direttivo e le commissioni d’albo non ci siamo mai fermati, sia sotto il punto di vista lavorativo che ci ha visti e ci vede ancora oggi impegnati in prima linea sia sotto quello ordinistico.
Abbiamo “approfittato” della pandemia e delle totali restrizioni per ridare immagine alla nuova sede, in parte rivoluzionata e molto più accogliente rispetto alla precedente e mi auguro di completare nei prossimi mesi anche la restante parte in modo da essere perfetti.
Oltre al look era doveroso eseguire dei lavori al fine di rispettare dei parametri imposti dal garante della privacy ma adesso siamo apposto e chi ha già fatto visita alla nostra sede è rimasto molto soddisfatto del lavoro svolto.
A settembre, Dpcm e restrizioni permettendo, si riparte con la formazione in presenza, visto che ormai già da diversi mesi tutti gli infermieri sono vaccinati con doppia dose e pertanto ripartiremo a raffica con i corsi ECM già in programma per recuperare il tempo perso lo scorso anno e per dare la possibilità di aggiornamento professionale post-covid a tutti, ovviamente sempre rispettando le regole fondamentali per prevenire ogni forma di contagio.
Abbiamo aumentato e aumenteremo ancora nei prossimi mesi tanti servizi e tante agevolazioni per i nostri iscritti.
Abbiamo siglato protocolli di intesa/convenzioni con Università per Corsi di Laurea, Master in Area Sanità ed Enti di Formazione accreditati per il rilascio di Certificazioni Informatiche e Corsi di Lingua Inglese, la quale hanno accolto subito le nostre proposte mostrando piena disponibilità e riservando prezzi bassi per tutti gli iscritti.
Stiamo lavorando a dei progetti che poi saranno resi noti non appena saranno ufficializzati per far sì che la figura infermieristica sia presente su tutto il territorio (si sente tanto parlare di infermiere famiglia, infermiere nelle scuole ecc.)
C’è tanto da lavorare per il bene della professione, una professione sempre in evoluzione e noi ci faremo trovare pronti su tutti i fronti.

Purtroppo riscontriamo una problematica importante che è quella degli iscritti morosi dove puntualmente ogni anno un 20% circa degli iscritti non versa la quota annuale nonostante i solleciti, nonostante l’Ordine finora non ha mai applicato more anche per chi ha saldato durante l’anno in corso e nonostante l’OPI versa comunque per loro la quota annuale alla FNOPI.

Con l’avvento della Legge 3/2018 e con il passaggio quindi da Collegi Ipasvi ad Ordini vi è stato un cambio radicale interno con l’aumento del numero dei componenti oltre quelli del Consiglio Direttivo.

Di fatti, essendo un ordine di circa 7500 iscritti sono state inserite la commissione d’albo Infermieri con un numero di 9 componenti e la commissione d’albo infermiere pediatriche con un numero di n.5 componenti come previsto dalla normativa vigente.

Un’altra novità è rappresentata dal Presidente dei Revisori dei Conti che non risulta più essere di un collega infermiere eletto come membro del Collegio dei Revisori ma viene nominato un professionista esterno che deve essere iscritto nel registro dei revisori dei conti con certificata esperienza negli enti della pubblica amministrazione.

Tutto questo ha comportato un aumento di spese notevole per la gestione ordinaria dell’Ordine e considerato il numero di iscritti morosi è piuttosto difficile raggiungere tutti gli obiettivi prefissati e continuare a garantire agli iscritti tutte le attività previste precitate.

Altro dato da tenere in considerazione è che la FNOPI a decorrere dal 2022 aumenterà la quota che ogni Ordine Provinciale deve versare annualmente alla stessa FNOPI.

Pertanto oggi siamo costretti a chiedere a tutti i presenti di valutare un aumento della quota annuale a decorrere dal 2022 da 50 a 70€ restando comunque uno degli ordini provinciali più economici d’Italia viste le tariffe degli altri OPI.

Dopo la relazione il Presidente passa la parola al Tesoriere Dr. Gennaro Marino che ha illustrato ai presenti, con numeri alla mano, il bilancio consuntivo 2020 e il bilancio previsionale 2021 approvato all’unanimità e al Presidente dei Revisori dei Conti il Dr. Vincenzo Cioffi che ha spiegato alla platea, da professionista della materia, il lavoro e la supervisione del Collegio dei Revisori dei Conti effettuato finora sulle attività realizzate dall’ente e il lavoro che si andrà a realizzare nei prossimi mesi.

Il Presidente OPI Caserta al termine delle relazioni del Tesoriere e del Presidente dei Revisori dei conti, chiede a tutti i presenti in assemblea di esprimersi sull’aumento della quota annuale da 50€ a 70€ e la proposta viene approvata all’unanimità dei presenti.

A concludere la manifestazione è stato il turno del Legale dell’OPI Caserta, l’Avv. Vincenzo Silvestro che ha relazionato sulla Legge 3/2018 e la lotta all’abusivismo della professione sottolineando i punti fondamentali di tale legge e di cosa è cambiato rispetto alle precedenti normative.

RELATED ARTICLES