Libera Professione

L’infermiere e l’attività libero professionale

Attualmente, il termine “Professione” si riferisce all’esercizio di una attività nella quale la componente intellettuale prevale su quella materiale ed è condizionata al possesso, da parte del professionista, di determinati requisiti.
Ai sensi della legge 42/99, l’infermiere svolge una “professione sanitaria” non ausiliaria, con un suo campo di attività e responsabilità, si tratta quindi di una professione intellettuale ai sensi dell’art.2229 del Codice civile, con conseguente obbligo di iscrizione al relativo albo.
Il libero professionista è un prestatore d’opera intellettuale che esercita in regime di autonomia scientifica e gerarchica nei confronti del cliente con ampia discrezionalità e con propria organizzazione di lavoro.
L’infermiere che esercita la libera professione assume la responsabilità del proprio agire (in forma autonoma) e la responsabilità di rappresentare la professione nel contesto sociale.

La modalità dell’esercizio libero professionale richiede:

  • L’organizzazione in proprio dell’attività;
  • Il rapporto di fiducia tra professionista e cliente e la non subordinazione nei confronti del cliente;
  • La responsabilità diretta dell’attività svolta rispetto alle norme , legislative, fiscali e deontologiche.
  • Il diritto a ricevere l’onorario nel rispetto delle tariffe indicate nel nomenclatore tariffario del Collegio Provinciale;
  • La discrezionalità circoscritta alle regole professionali e all’esperienza posseduta.

Il Collegio professionale è l’Ente a cui è demandato il compito di vigilare sull’esercizio della professione e tutelare il decoro e l’indipendenza degli infermieri rappresentati. La libera professione è destinata a crescere parallelamente alla crescita del processo di professionalizzazione e sarà la modalità di esercizio professionale che favorisce la possibilità all’Infermiere di affermare il proprio Status professionale in ambito sanitario e socio-sanitario.

Consulenza per la Libera professione
L’iscritto che necessita di una consulenza sulla libera professione o sugli aspetti previdenziali può scrivere ai consiglieri consulenti per la libera professione e/o chiedere loro un colloquio presso la sede del Collegio:
Previo appuntamento tramite la segreteria del Collegio al numero 0823/343523 o tramite mail (info@opicaserta.it) o tramite pec (libera.professione@pec.ipasvicaserta.it)

Dichiarazione inizio libera attivita’

Nulla osta pubblicità per libero professionista

 

A questo link un interessante articolo che illustra i passaggi da seguire per l’apertura di un ambulatorio infermieristico: Come aprire un ambulatorio infermieristico

Qui di seguito il Vademecum della libera professione infermieristica: Vademecum

Il Nomenclatore tariffario delle prestazioni di assistenza infermieristica è lo strumento che regolamenta i rapporti tra gli infermieri libero-professionisti e i loro clienti: trova applicazione esclusivamente in questo ambito.

Non contiene solo l’elenco delle prestazioni infermieristiche con le relative tariffe, ma stabilisce anche le regole di un corretto esercizio professionale dal punto di vista deontologico e di tutela del cittadino.

Proposto dal Comitato centrale della Federazione nazionale Ipasvi, viene approvato dal Consiglio nazionale e recepito da ogni Collegio provinciale.

NOMENCLATORE TARIFFARIO DELLA PRESTAZIONI DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA

NORMATIVA