L’Ordine incontra il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale

0
829

Si è tenuto martedì, 15 maggio 2018, un incontro all’Asl di Caserta tra il direttore generale dell’Azienda Sanitaria Locale e la presidenza dell’ordine degli infermieri di Caserta. La riunione si è svolta presso la direzione Asl, nel Palazzo di via Unità Italiana. Erano presenti , su mandato dell’OPI,  il segretario Giuseppe Prata, il vicepresidente Raffaele Ferrantino, il tesoriere Gennaro Marino, ed il presidente dell’ordine degli infermieri della provincia di Caserta, Gennaro Mona. L’incontro alle 11.30 del mattino, si è protratto fino a tarda mattinata. Diversi i temi che sono stati affrontati e per i quali la riunione era stata fortemente voluta da tutti gli esponenti dirigenziali dei due diversi organismi. Innanzitutto, è stata affrontata l’annosa questione della carenza di personale infermieristico e sono state gettate le basi per la risoluzione della problematica nelle diverse strutture Asl della provincia. L’intenzione, hanno riferito dall’ordine degli infermieri di Caserta, “è quella di arrivare ad un protocollo d’intesa tra Asl e Ordine, così da realizzare congiuntamente, quei traguardi che da sempre ci ripromettiamo e che finora non siamo riusciti a mettere in campo, e che puntano ad agevolare il lavoro infermieristico, tenendo presente che lo scopo ultimo resta quello di rendere migliori servizi all’utenza”, ha detto il presidente dell’ordine, Gennaro Mona. La prima idea lanciata durante la riunione, che per adesso è un progetto embrionale, ma che vuole diventare progetto concreto entro la prossima estate, è creare una serie di appuntamenti con l’utenza, per favorire e incentivare gli screening spesso necessari per salvare delle vite. I presenti, che non hanno negato le difficoltà ed i disagi cui è sottoposto l’organismo infermieristico nelle sue varie mansioni, e le conseguenze che questi hanno sui cittadini, hanno concluso la riunione con una stretta di mano. Il prossimo appuntamento è fissato per la metà del mese di giugno, al fine di verificare la reale possibilità di concretizzare i vari progetti sui quali, i due distinti organismi, in questo mese, inizieranno a lavorare.

Grazie a BelvedereNews per l’articolo.